Attendere prego...

La senologia è una branca della medicina che si occupa dello studio delle malattie che riguardano la mammella.
Il termine senologia deriva dalla parola “seno”, termine che viene utilizzato come sinonimo di mammella (nonostante in anatomia con il termine “seno” si dovrebbe intendere, in realtà, il solco fra le due mammelle).
Il percorso clinico-terapeutico viene articolato mediante un primo livello diagnostico con esecuzione di esami strumentali (mammografia, ecocolordoppler, ecografia con mezzi di contrasto, etc.) e da un secondo livello interventistico, riservato ai casi di sospetta neoplasia mammaria, dove vengono eseguite indagini cito-istologiche in day-hospital o day-surgery (core biopsy su guida ecografica e stereotassica, biopsie in anestesia locale eco-stereoguidate, ago aspirato eco-guidato, etc.).


Patologie Trattate

Le patologie più trattate dal senologo sono quelle che riguardanti la mammella cisti, ascessi, mastiti, processi infiammatori e infettivi di vario tipo), con particolare attenzie per le neoplasie mammarie.
Il tumore della mammella è una malattia molto diffusa e caratterizzata da elevati tassi di mortalità (è la seconda causa di morte oncologica nelle donne dopo il tumore al polmone) e colpisce ogni anno moltissime donne: per questo la prevenzione e attività di controllo, sono di fondamentale importanza per il benessere del proprio corpo e intervenire prima che il tumore raggiunga una fase molto avanzata.

Procedimento ed aree di intervento

Dalle attività di intervento effettuate dai senologi, possiamo evidenziare:

  • visita senologica: suddivisa in anamnesi del paziente, osservazione del seno e palpazione del seno);
  • esami strumentali (a seconda dei casi: ecografia mammaria, mammografia, risonanza magnetica, PEM – ovvero una tomografia a emissione di positroni o PET specifica per le mammelle);
  • test genetici per valutare l’eventuale ereditarietà del tumore al seno.

Fra le procedure per il trattamento del cancro al seno affrontate dal chirurgo senologo vogliamo evidenziare:

  • la quadrantectomia (o resezione mammaria)
  • la mastectomia (asportazione chirurgica della mammella: può essere limitata alla sola mammella oppure coinvolgere i muscoli pettorali e i linfonodi del cavo ascellare).

Perchè effettuare una visita di controllo

Dopo la maturazione sessuale, tutte le donne dovrebbero farsi visitare da un senologo in modo periodicamente, anche in assenza di problematiche specifiche o particolari, al fine di prevenire la salute del proprio seno.
E’ raccomandato far riferimeto ad un senologo se:

  • dolore localizzato o esteso si presenta sulle mammelle
  • in caso di arrossamenti e/o tumefazioni
  • si evidenziano noduli palpabili o visibili
  • si verificano alterazioni del capezzolo (in fuori o in dentro)
  • si evidenziano perdite da un capezzolo (se la perdita è bilaterale il più delle volte la causa è ormonale)
  • si verificano cambiamenti della pelle (aspetto a buccia d’arancia localizzato) o della forma del seno

Fissa un appuntamento e richiedi una visita specialistica

Stuginab è lo studio di ginecologia della Dr.ssa Anna Bassani. Lo studio offre consulenze e servizi per ginecologia ed ostetricia.

Contattaci

Viale Europa, Montecompatri, Roma Italia
Cell.: 3312836255
Email: stuginab@gmail.com

Copyright by Stuginab 2020. All rights reserved. P.IVA:BSSNNA69A56H501Y - Tel.:3312836255 | Email: stuginab@gmail.com