Attendere prego...

Come si svolge una visita ginecologica e come ci si prepara

18/10/2020 by admin
visita_ginecologica.jpg

Nei giorni precedenti la visita ginecologica, è consigliabile astenersi da rapporti sessuali evitando anche l’utilizzo di gel vaginali (deodanti intimi, lavande, prodotti spermicidi, …) e creme, eccetto se medicalmente prescritti, al fine di evitare l’alterazione dei test. Inoltre è preferibile farsi visitare quando non si hanno mestruazioni (a tre giorni di distanza lameno dalle fine del flusso di sangue e a 7 giorni prima dall’inizio delle mestruazioni successive), poichè la maggior parte degli esami ginecologici non possono essere svolti in tali condizioni.

La visita prevede un colloquio di anamnesi, ovvero uno scambio di domande riguardanti il problema della paziente, eventuali problemi di salute, abitudini: verrà condotta un’analisi precisa e capillare a scopo medico per formulare una diagnosi corretta. Si è sottoposti a segreto professionale, quindi la paziente deve essere sincera e mettersi a proprio agio, sia nel parlare di eventuali problemi di sluti sia della sue abitudini. In seguito lo specialista sottopone la paziente ad esame pelvico oppure al seno, con test specifici e mirati.

Nell’esame pelvico la paziente, dopo essersi tolta gli indumenti intimi, deve stendersi sul lettino, coperto da teli monouso che garantiscono l’igiene, munito di staffe per adagiare comodamente le gambe e pere consentire al medico di ispezionare la vagina. L’esame prevede che il medico indaghi la presenza di arrossamenti, lesioni, cisti, prolassi e altre anomalie. In base alle necessità potrebbe essere eseguito un esame esterno con lo speculum o delle palpazioni.

Lo speculum è uno strumento di plastica o metallo che viene inserito nella vagina che consente di dilatarla ispezionando la cervice oppure la vagina stessa: il medico, successivamente potrà prelevare fluidi vaginali per effettuare altri esami (Pap Test ed esami microbiologici).

La palpazione, invece, è utile per verificare le condizio dell’utero.

La visita senologica, invece, avviene senza strumenti, sulla base di parametri visivi (lesioni, asimmetrie, consistenza, cambiamenti di forma), procdend alla palpazione della zona e dei linfonodi, evidenziando masse ed eventuali gonfiori. Gli specialisti verificheranno che non vi sia produzione di latte in assenza di gravidanz, spremendo i capezzoli, verifcando eventuali criticità (sottoponendo la paziente a controlli più specifici con mammografie ed ecografie mammarie). Una visita ginecologica andrebbe effettuata almeno una volta all’anno, sopra i 25 anni di età, ed è molto importante se in famiglia ci sono precedenti di tuomore al seno, oppure storie pregresse di tumori o nodului. Anche in gravidnza è indicata la visita ginecologia per evidenziare eventuali anomalie.

Stuginab è lo studio di ginecologia della Dr.ssa Anna Bassani. Lo studio offre consulenze e servizi per ginecologia ed ostetricia.

Contattaci

Viale Europa, Montecompatri, Roma Italia
Cell.: 3312836255
Email: stuginab@gmail.com

Copyright by Stuginab 2020. All rights reserved. P.IVA:BSSNNA69A56H501Y - Tel.:3312836255 | Email: stuginab@gmail.com